full
image
#666666
http://wec-italia.org/wp-content/themes/zap-installable/
http://wec-italia.org/
#4a90c2
style2

Country Reports

13
mar

Con una popolazione di oltre 38 milioni di abitanti e un reddito nominale procapite di circa 13.460 dollari (a fronte di un PIL di 514,5 miliardi di $USA) nel 2011 la Polonia risultava la settima economia dell’Unione Europea. Nel giugno 2010 le elezioni presidenziali polacche hanno sancito la vittoria del candidato del partito liberale Piattaforma Civica (PO), Bronislaw Komorowski, che ha sconfitto il candidato del Partito Legge e Giustizia (PiS), Jaroslaw Kaczynski fratello gemello di Lech Kaczynski morto nella catastrofe aerea di Smolensk (Russia) nell’aprile 2010, insieme a gran parte della nomenclatura polacca. Con le legislative di ottobre 2011, Piattaforma Civica si è confermato il primo partito del paese raccogliendo il 39% dei voti. La vittoria si è tradotta nella conferma del Governo uscente, guidato dal Primo Ministro Donald Tusk, con il sostegno del Partito Popolare polacco.

12
nov

Il compito di ricostruire il Paese dopo il 2003 è stato e rimane molto difficile. La riedificazione del paese richiede non solo il ripristino delle sue infrastrutture energetiche e petrolifere, stressate dalla mancanza di investimenti da guerre devastanti e anni di sanzioni, ma anche delle sue istituzioni politiche e dell’ambiente economico-sociale, oggetto di violenti attacchi e conflitti settari.

12
dic

Con una popolazione di circa 191 milioni di abitanti e un reddito pro capite di circa 11.000 $USA nel 2010, il Brasile è la prima economia dell’America Latina.
Nell’ottobre 2010 si sono tenute le elezioni generali per la nomina del nuovo Presidente della Repubblica, della Camera e del Senato federali, dei Governatori e delle Assemblee dei singoli Stati e del Distretto Federale. La frammentazione partitica ha reso indispensabile la composizione di larghe alleanze, che si sono tradotte nella formazione di una coalizione comprendente 10 partiti al cui interno ha una funzione guida il Partito dei Lavoratori.

05
apr

L’economia algerina ha registrato nell’ultimo decennio una crescita costante, ma continua a presentare una forte dipendenza dagli idrocarburi e una eccessiva presenza dello Stato. L’Italia è un suo importante partner commerciale, secondo acquirente e terzo fornitore Le riserve provate di idrocarburi del paese sono stimate in 12 miliardi di barili di petrolio e 4.500 miliardi di metri cubi di gas. Il potenziale è probabilmente maggiore, poiché il paese non è stato del tutto esplorato.

seta
default
Caricando gli articoli...
link_magnifier
#5c5c5c
on
loading
off